Le guerre nell'Etą del Bronzo: un periodo turbolento!


Le Terramare scomparvero alla fine del II millennio, in un'epoca di marcata turbolenza che si verificò in tutto il Mediterraneo.

Gli episodi più clamorosi si manifestarono proprio nel Mediterraneo orientale, dove i popoli del mare, partendo dai territori anatolici, egei e, forse, anche dalla nostra penisola, aggredirono i regni del Medio Oriente e dell'Egitto.

Sappiamo, per esempio, che in Egitto il faraone Ramses III riuscì, temporaneamente, ad arginare gli attacchi dei popoli del mare e decise di celebrare la sua vittoria nel bassorilievo che, ancora oggi, si può ammirare sul secondo pilone del tempio di Medinet Habu.
Lo stesso ciclo omerico e, nello specifico, l'Iliade, potrebbe essere considerato la narrazione di uno degli episodi in cui uno dei popoli del mare provenienti dall'occidente, ossia gli Achei, si scatenarono contro Troia, in Medio Oriente.

 


Rilievo di Medinet Habu


Contemporaneamente, anche nel nord Europa la situazione non era molto pacifica! Basti pensare, per esempio, che in Germania, nella valle del Tollense, è venuto alla luce un campo di battaglia, in cui numerosi scheletri presentano tracce evidenti di una fine cruenta, con i crani fratturati da mazze e le punte di freccia ancora infisse nelle ossa! Nel corso delle indagini, inoltre, sono stati ritrovati resti di cavalli, che testimoniano il loro utilizzo in battaglia.

 


Reperti delle scoperte e indagini della Valle del Tollense

 

Questa situazione di turbolenza ed incertezza si manifestò anche in tutta l'area terramaricola e a Santa Rosa portando, forse, alla costituzione di una classe di guerrieri che potesse difendere i villaggi.
Il nostro abitato che, nel corso della sua esistenza, aveva già subito importanti trasformazioni (a partire da un piccolo villaggio di un ettaro si era, mano a mano, ampliato fino a raggiungere i sette ettari) nell'ultima fase della sua vita subì ulteriori cambiamenti: il villaggio piccolo, infatti, si era dotato di importanti fortificazioni...ma di questo vi parleremo meglio nei prossimi episodi!

Dunque, come immaginarsi il guerriero terramaricolo?
Guardate le statuette nuragiche in bronzo nella foto, raffiguranti i guerrieri sardi: costoro, probabilmente, non dovevano essere abbigliati ed equipaggiati tanto diversamente da quelli terramaricoli!


 


Statuette nuragiche


 


Aggiornato: 01/06/20